Calze di seta da uomo: origini, vantaggi e lavorazione

Introduzione alle calze di seta da uomo

Stai cercando calze da uomo che ti permettano di avere un outfit elegante da vero gentleman e offrirti un tocco chic al tuo look? Un consiglio: non sottovalutare la seta!

Un classico senza tempo, oltre ad essere la più nobile tra le fibre naturali insieme al cashmere. La seta non può di certo mancare nel vostro guardaroba e quasi sempre si rivela un ottimo investimento.

Oltre ai suoi pregi più noti come la lucentezza e morbidezza, la seta è in grado di avvolgere i tuoi piedi senza lasciare segni e regalando fluidità alla tua gamba. Mantiene il calore d'inverno e dona freschezza in estate, facendo traspirare la pelle.

Ma questi sono solo alcuni dei vantaggi nello scegliere calze da uomo in seta. In quest’articolo parleremo della lunga storia della seta, come viene lavorata e quali sono le migliori tipologie.

In questo modo avrai un quadro completo e potrai scegliere la migliore soluzione per il tuo outfit. 

seta di gelso

La storia della calze di seta

Un simbolo di nobiltà e ricchezza, la seta è stata per molti anni un privilegio solo per pochi. Gli antichi imperatori cinesi, i sacerdoti e poche altre classi sociali potevano permettersi di acquistarla.

Il colore delle vesti confezionate con la seta offriva un chiaro segnale della classe sociale di appartenenza. Il giallo ad esempio era il colore di imperatore e imperatrice; il viola quello delle donne dell’imperatore; il celeste gli ufficiali di corte.

In breve tempo la produzione della seta permise all’economia cinese di prosperare al tal punto che nel 1000 dopo Cristo iniziò la sua esportazione anche in Occidente. Entrò anche nell’Impero Romano d’Occidente e divenne uno dei settori economici più importanti dell’economia bizantina.

La famosa “Via della Seta” era proprio il percorso che dall’Estremo Oriente portava carichi di sete preziose agli altri regni medio-orientali, europei ed egiziani, rappresentando anche un crocevia culturale importante tra il mondo occidentale e quello orientale.

Ma come è nata la lavorazione di questo nobile tessuto?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo affidarci alla leggenda. Si dice infatti che la nascita della bachicoltura fu opera dell’imperatrice cinese Xi Ling Shi. In una delle sue solite passeggiate in giardino, la giovanissima regnante notò uno strano bruco. Era primavera e sfiorandolo, spuntò un filo sottilissimo e lucente che l’insetto iniziò a tessere intorno al dito dell’imperatrice. Così l’imperatrice vide per la prima volta un bozzolo di seta.

Al di là della veridicità di questa storia ciò che ancora oggi conserva un impareggiabile fascino è il modo in cui la seta diventa tale a partire dalla tessitura del filo che il baco produce nel suo bozzolo.

Il baco da seta infatti è una specie di falena che si nutre principalmente delle foglie del gelso. La produzione del filo avviene grazie a due ghiandole all’interno delle quali avviene una sintesi chimica di tipo proteico. La sostanza prodotta viene eliminata da due piccole fenditure posizionate ai lati della bocca dell’insetto, sotto forma di bava sottilissima che a contatto con l’aria gelifica istantaneamente.

È in questo preciso momento che il baco inizia a compiere dei movimenti con il capo che riproducono idealmente la forma di un otto. Millimetro dopo millimetro prende forma il bozzolo di seta grezza, la cui lunghezza media va dai 300 ai 900 metri. Ogni baco può produrre tante matasse e alla fine di questo estenuante lavoro di tessitura, dopo tre o quattro giorni circa, si trasforma in farfalla.

bado da seta

La lavorazione della seta

Per molti secoli il segreto della sericoltura è stato gelosamente custodito dagli artigiani cinesi. È indispensabile bloccare la metamorfosi dei bachi e per riuscirci, i bozzoli vengono raccolti ed essiccati in appositi essiccatoi. 

I bozzoli vengono fatti macerare in acqua bollente così che la sericina (la parte gommosa della bava) si ammorbidisca e venga poi eliminata. A questo punto vengono tolti anche i filamenti esterni, il cascame (o strusa) e si arriva finalmente al capo della bava. La fibra viene sottoposta ad un nuovo lavaggio, pulita e cardata così da poter essere filata.

Mediamente da 100 chilogrammi di bozzoli si ricavavano 20-25 chili di seta cruda e 15 chili di cascame. Tutte queste lunghe, meticolose e complesse operazioni venivano condotte manualmente, ragion per cui il costo della seta era sempre particolarmente alto.

 

Caratteristiche e vantaggi delle calze di seta

Quando parliamo di calze da uomo in seta bisogna come prima cosa conoscere quelle che sono le caratteristiche generiche di questo tessuto nobile.

La fibra grezza della seta e quella cardata infatti sono molto diverse. La prima, infatti, è cilindrica, leggermente appiattita e non omogenea. In alcune sezioni, il filo presenta diametri di diverso spessore. Una volta pulita, trattata e cardata, il filato acquisisce tutte le sue incredibili caratteristiche, a cominciare dalla lucentezza, davvero impareggiabile.

La seta assorbe facilmente le tinture e per questo motivo può essere colorata conferendo ai capi tantissime sfumature cromatiche che brillano alla luce del sole. Il tessuto ha una trama molto elastica e resistente, ma anche morbida e scivolosa, elementi che la rendono perfetta per il drappeggio.

Morbida e leggera, la seta è piacevole da indossare e contrariamente a quanto si pensa, isola molto bene dal caldo e dal freddo. Grazie alle sue molteplici qualità, è molto apprezzata nella produzione di alta moda.

Tipologia di seta: ecco la migliore

Nell’etichettatura tessile italiana la seta è riconoscibile dalla sigla SE. Oltre che per la produzione di tessuti e abiti pregiati, la seta trova impiego anche nel confezionamento di tende e tappezzerie, biancheria intima e foulard, abbigliamento e arredo liturgico. Da alcuni anni, inoltre, è iniziata un’interessante sperimentazione per la realizzazione di protesi destinate alla medicina e chirurgia.

Ma qual è la migliore tipologia di seta per calze da uomo?

La seta di gelso cinese rappresenta l'apice della qualità e dell'eleganza, superando di gran lunga la seta comune in termini di benefici e prestazioni. Proveniente dai bozzoli del baco da seta di gelso, questa seta pregiata si distingue per la sua morbidezza sublime e lucentezza affascinante, offrendo un tocco di lusso ineguagliabile.

La seta di gelso rispetto alla seta tradizionale vanta una resistenza e durata superiore, è più leggera e traspirante, mantiene i piedi freschi e asciutti tutto il giorno.

È inoltre più morbida, non lascia rossori e offre un comfort impareggiabile grazie alla finissima texture liscia e setosa. Lascia zero irritazioni da sfregamenti ed è delicata su qualsiasi tipo di pelle.

Come non rovinare le calze di seta

La seta è un tessuto molto delicato la cui fibra deve essere sottoposta a lavaggi con detersivi neutri e a temperature non superiori ai 20° C. L’ideale è conservare i capi in seta in luoghi bui, asciutti e al riparo dalla luce del sole perché questo tessuto tende a sbiadire o ad ingiallire facilmente.

Se non è mescolata con la lana, la seta non subisce l’attacco delle tarme, ma è sensibile all’umidità che può provocare la formazione di muffe e batteri. Ciò provoca, di solito, alterazioni cromatiche e vistose macchie bianche.

Prima di acquistare un capo in seta, controllate che provenga da allevamenti di bachi sostenibili e occhio all’etichetta!

Le calze da uomo in seta Nobile grazie alle certificazioni Oeko-Tex e REACH garantiscono una produzione etica ed ecologica, rispondendo ai più alti standard di sicurezza e sostenibilità.

La certificazione Oeko-Tex assicura l'assenza di sostanze nocive e allergeniche nel tessuto, proteggendo sia la pelle di chi indossa le calze, sia l'ambiente in cui viene prodotto.

Per far sì che i vostri capi in seta siano davvero “senza tempo” ovvero capaci di farsi indossare stagione dopo stagione bisogna seguire alcuni accorgimenti. 

Ecco alcuni consigli sul lavaggio: 

La seta va lavata a mano: immergete i vostri capi in una bacinella con acqua fredda e qualche goccia di detersivo neutro, lasciate in ammollo per 15 minuti e risciacquate senza strizzare troppo energicamente.

Se vuoi usare lavatrice, selezionate il programma specifico per capi delicati ma evita assolutamente la centrifuga, usa poco detersivo (con PH neutro) e invece dell’ammorbidente utilizza l’aceto bianco distillato. Questo è spesso usato per risciacquare la seta e contribuire a mantenere la lucentezza e i colori del tessuto vivaci.

Fai attenzione all'etichetta: prima di tagliarla via, guarda attentamente i simbolini con le indicazioni per il lavaggio, perché ogni nuovo acquisto potrebbe averne di specifiche. Nel caso delle calze Nobile non troverai un’etichetta ma dei bollini dove troverai la descrizione della composizione della calza.

Per prenderti cura al meglio delle calze Nobile in seta di gelso e preservarne la lucentezza, è consigliabile lavarle a mano con acqua fredda o tiepida e un detergente delicato specifico per la seta.

Le calze di seta Nobile

calze da uomo in setaA differenza degli altri calzifici, le nostre calze in seta da uomo non vengono prodotte in maniera industriale, ma attraversano un controllo qualità ad ogni fase di produzione che unisce il lavoro della macchina a quello manuale dell’artigiano. Ciascuna calza infine viene ispezionata e lavata a mano.

Utilizziamo la seta di gelso cinese che rappresenta l'apice della qualità e dell'eleganza, superando di gran lunga la seta comune in termini di benefici e prestazioni.

Le nostre calze in seta sono composte per l’80% pura seta di gelso classe A, 18% poliammide e 2% Lycra®.

Scegliere la seta di gelso cinese significa investire in un prodotto di qualità superiore, che unisce l'antica sapienza tessile cinese all'artigianalità Made in Italy. Indossare queste calze è un gesto di sofisticata cura di sé, in cui il benessere incontra l'eleganza e il fascino della seta più raffinata al mondo.

Grazie alle certificazioni Oeko-Tex e REACH, questa seta pregiata garantisce una produzione etica ed ecologica, rispondendo ai più alti standard di sicurezza e sostenibilità.

La certificazione Oeko-Tex assicura l'assenza di sostanze nocive e allergeniche nel tessuto, proteggendo sia la pelle di chi indossa le calze, sia l'ambiente in cui viene prodotto.

Oltre a godere dei benefici del lusso e del comfort della nostra seta, avrai anche la certezza di fare una scelta ecologicamente responsabile.

Conclusioni 

Un simbolo di nobiltà e ricchezza, la seta è stata per molto anni un privilegio solo per pochi. In quest’articolo abbiamo visto quali sono i vantaggi di scegliere calze da uomo in seta per essere dei veri gentlemen.

Prima di scegliere le tue calze fai molta attenzione e cerca di seguire i consigli che ti abbiamo dato. Vedrai che in questo modo non avrai brutte sorprese.

FAQs – Domande Frequenti

Quali sono le calze migliori in seta?

La seta di gelso cinese rappresenta l'apice della qualità e dell'eleganza, superando di gran lunga la seta comune in termini di benefici e prestazioni. Proveniente dai bozzoli del baco da seta di gelso, questa seta pregiata si distingue per la sua morbidezza sublime e lucentezza affascinante, offrendo un tocco di lusso ineguagliabile.

Come devo lavare le calze in seta?

La seta va lavata a mano: immergete i vostri capi in una bacinella con acqua fredda e qualche goccia di detersivo neutro, lasciate in ammollo per 15 minuti e risciacquate senza strizzare troppo energicamente. Se vuoi usare lavatrice, selezionate il programma specifico per capi delicati ma non usare la centrifuga, usa poco detersivo (con PH neutro) e invece dell’ammorbidente utilizza l’aceto bianco distillato. Questo è spesso usato per risciacquare la seta e contribuire a mantenere la lucentezza e i colori del tessuto vivaci. Fai attenzione all'etichetta: prima di tagliarla via, guarda attentamente i simbolini con le indicazioni per il lavaggio, perché ogni nuovo acquisto potrebbe averne di specifiche. . 

Come riconoscere calze di vera seta?

Scegliere la seta di gelso cinese significa investire in un prodotto di qualità superiore, che unisce l'antica sapienza tessile cinese all'artigianalità Made in Italy. Indossare queste calze è un gesto di sofisticata cura di sé, in cui il benessere incontra l'eleganza e il fascino della seta più raffinata al mondo. Grazie alle certificazioni Oeko-Tex e REACH, questa seta pregiata garantisce una produzione etica ed ecologica, rispondendo ai più alti standard di sicurezza e sostenibilità.

Come faccio a non rovinare le calze di seta?

La seta è un tessuto molto delicato la cui fibra deve essere sottoposta a lavaggi con detersivi neutri e a temperature non superiori ai 40° C. L’ideale è conservare i capi in seta in luoghi bui, asciutti e al riparo dalla luce del sole perché questo tessuto tende a sbiadire o ad ingiallire facilmente. Se non è mescolata con la lana, la seta non subisce l’attacco delle tarme, ma è sensibile all’umidità che può provocare la formazione di muffe e batteri. Ciò provoca, di solito, alterazioni cromatiche e vistose macchie bianche.

seta

← Post meno recente Post più recente →

Nobile - Blog

RSS
Il mondo dei fantasmini da uomo: versatilità e comfort
calze colorate calze eleganti calze estive calze fantasmini calze luxury calze made in italy

Il mondo dei fantasmini da uomo: versatilità e comfort

Il guardaroba maschile moderno richiede accessori che sappiano combinare funzionalità e design. I fantasmini da uomo rispondono perfettamente a questa esigenza.

Leggi di più
Stile, fantasia e personalità: le camicie da uomo particolari
calze colorate calze luxury calze made in italy calze uomo particolari calzini abbinamenti

Stile, fantasia e personalità: le camicie da uomo particolari

Le camicie da uomo particolari offrono un modo per aggiungere un tocco di fantasia e originalità al guardaroba maschile, permettendo di esprimere sé stessi attraverso...

Leggi di più

PAST WEEKS

The world of men's no-show and ankle socks: versatility and comfort
calze colorate calze eleganti calze fantasmini calze made in italy mocassini racale

The world of men's no-show and ankle socks: versatility and comfort

The modern men's wardrobe requires accessories that combine functionality and design. Men's no-show and ankle socks perfectly meet this need.

Leggi di più
Style, Creativity and Personality: Unique Men's Shirts

Style, Creativity and Personality: Unique Men's Shirts

Unique men's shirts offer a way to add a touch of creativity and originality to a man's wardrobe, allowing for self-expression through innovative fabrics, prints,...

Leggi di più
The Perfect Wedding: The Groom's Suit

The Perfect Wedding: The Groom's Suit

The journey towards the wedding day is a path filled with emotions, decisions, and significant choices, among which is the selection of the groom's suit.

Leggi di più
Shoes and Socks for a Men's Blue Suit

Shoes and Socks for a Men's Blue Suit

To achieve style, one must not underestimate the pairing of men's shoes with a suit, as it can radically transform the overall look.

Leggi di più
Men's Colored Socks: Style and Trends

Men's Colored Socks: Style and Trends

Introduction to Men's Colored Socks Men's colored socks are currently enjoying a surge in popularity within the world of men's fashion. No longer considered mere...

Leggi di più
Summer Elegance: Guide to Choosing a Men's Suit for a Summer Ceremony

Summer Elegance: Guide to Choosing a Men's Suit for a Summer Ceremony

Introduction to Men's Summer Ceremony Suits In recent years, the men's summer ceremony suit has undergone a true revolution. Forget dark and heavy suits: today,...

Leggi di più